Covid-19, Rinviato a lunedì 15 marzo il rientro degli studenti

Data:

martedì, 03 marzo 2020

Argomenti
Notizia
16.jpg

NOVITA' !!! - DIDATTICA A DISTANZA

 

Cari ragazzi,
L’inizio delle lezioni è stato ulteriormente rimandato a lunedì prossimo.
In questi giorni riceverete materiali di studio, so che diversi docenti stanno già provvedendo. Visto il prolungarsi della pausa didattica vi chiediamo la massima partecipazione.
Nel frattempo, vi propongo la lettura del seguente testo in corsivo, a cura del sottoscritto e dei componenti lo staff IIS Lancia e, in allegato, di due racconti d’infanzia tratti da una mia raccolta personale con i quali vorrei ribadire l’importanza della scuola.
In questa sede, mi permetto di rivolgere, anche a nome vostro, un pensiero di vicinanza agli imprenditori e agli addetti di tutte le aziende con le quali collaboriamo e, in generale, a tutte le aziende della Valsesia che, come noi, stanno attraversando un momento complesso di difficoltà e incertezza.

Carissimi studenti, stiamo attraversando un periodo difficile sotto tanti punti di vista. La diffusione del Virus, come spesso capita nelle società organizzate in situazioni di pericolo, ha risvegliato atteggiamenti guidati dalla paura e dalla diffidenza.
In letteratura e nella cinematografia ci sono varie espressioni di questo fenomeno. Si veda ad esempio il Decamerone di Boccaccio, I Promessi Sposi di Manzoni, Cecità di Saramago, Il Signore delle mosche di Golding , o più recentemente L’ombra dello scorpione di Stephen King, e molti altri. In ognuno di questi testi potrete trovare argomenti di stretta attualità: la quarantena, la ricerca del ceppo del contagio, l’isolamento e soprattutto il bisogno di creare una società organizzata dove gli interessi dei molti siano prevalenti su quelli dei singoli. Per contro potrete trovare come nell’animo umano siano presenti l’opportunismo, l’egoismo e la prevaricazione e come questi portino inesorabilmente al declino.

 

Forse, in questo il Corona Virus può dare la spinta per riscoprire l’importanza di ragionare in termini di collettività, lasciandoci alle spalle i personalismi e gli egocentrismi e per rivolgere il nostro pensiero alle persone più deboli che potrebbero avere conseguenze gravi dal contagio, come i nostri nonni, le persone che soffrono di altre patologie, i bambini più piccoli, ...
 

Oltre alle indicazioni del Ministero della Sanità che avrete sicuramente visto e sentito in questi giorni in Televisione, su Internet e nei giornali e che verranno anche discusse in classe al vostro rientro, vi si vuole sensibilizzare, ora più che mai, già per il rientro, al rispetto del regolamento di istituto e ad altre semplice norme dettate puramente dal buon senso:
 

- Curare particolarmente l’igiene
Questo significa evitare tutti quegli atteggiamenti ormai entrati nell’uso comune ma che sono veicolo di contaminazione, quali appoggiare lo zaino o la cartella sul banco (spesso sui pullman o per strada appoggiate lo zaino a terra, .....), evitare di stare in classe durante gli intervalli ma anzi utilizzare quel tempo per aprire le finestre e areare i locali, non entrare nelle classi degli altri, evitate gli assembramenti in bagno o (peggio) di fumare in bagno.

 

- Avere cura dei materiali
È quanto mai importante avere cura dei propri materiali e di quelli della scuola. Cercate di avere sempre in cartella tutto l’occorrente per evitare di chiedere in prestito il materiale ai compagni. Pensate al gesto quasi spontaneo di appoggiare alle labbra o mordicchiare l’estremità della penna o della matita.

Cercate di lasciare il più possibile sgombre le superfici, non lasciate libri, quaderni, o peggio ancora, cartacce in giro e sui davanzali per agevolare le operazioni di pulizia e sanificazione.
Quando usate i bagni cercate di lasciarli puliti, evitate di consumare più sapone o più salviette del necessario.

 

- Portare sempre con voi fazzoletti e possibilmente detergente gel.
Evitate di chiedere i fazzoletti ai compagni se potete farne a meno perché anche se il fazzoletto è monouso, certamente il pacchetto non lo è! Anzi di solito viene toccato dopo aver starnutito, tossito, o soffiati il naso per più volte.


- Nel caso di sintomi influenzali non è auspicabile la frequenza scolastica ma potete tenervi aggiornati su quanto fatto in classe dai vostri compagni o dagli insegnanti consultando regolarmente il registro elettronico. Si ricorda a tale proposito che per assenze superiori ai 5 giorni è ritornato l’obbligo di giustificare l’assenza con la certificazione del medico.
 

- Siate responsabili come sempre lo siete nelle situazioni difficili e impegnative in cui vi si chiede maggiore attenzione


Ecco alcune buone prassi emanate dal ministero della salute:
1. Lavati spesso le mani
2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute 3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico 6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
8. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
10. Contatta il numero verde 1500 per maggiori informazioni


Un caro saluto a tutti voi e ai vostri genitori dal Dirigente scolastico, dallo Staff e da tutto il personale IIS V. Lancia. A presto!
Prof. C. Profetto

  

Fiori di sulla 

A Mariangela 

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli