"La passione dei numeri", uno spettacolo ha detto no alla violenza contro le donne

Data:

martedì, 26 novembre 2019

la passione dei numeri small.png

Uno spettacolo per dire no alla violenza sulle donne. Uno spettacolo per sensibilizzare le nuove generazioni su un tema che resta una macchia nera delle società odierne. C’era anche l’istituto Lancia il 25 novembre ad assistere alla Pro loco di Borgosesia allo spettacolo “La passione dei numeri. Emmy e Sofja storia di due matematiche” nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Scritto da Maria Rosa Pantè, docente del Lancia, e diretto da Costanza Daffara, è stato interpretato da Sara Urban, con musiche originali di Enkil Barletta e allestimento scenico e tecnica di Luigi Gabriele Smiraglia. Il testo descrive la vita di due matematiche che hanno lottato per il loro diritto allo studio della matematica, superando i pregiudizi del loro tempo per affermarsi in un campo appannaggio esclusivo del mondo maschile.

Oltre al Lancia, erano presenti in Pro loco anche il liceo Ferrari di Borgosesia, l’Istituto D’Adda e l’Istituto alberghiero di Varallo.

Lo spettacolo è stato offerto dal Soroptimist Valsesia, da sempre in campo per i diritti delle donne. Dopo l’introduzione della presidente Rosanna Salvoldi Prosino, si sono avvicendati sul palco per un saluto: Eleonora Guida e Paolo Urban in rappresentanza del Comune di Borgosesia e il sindaco di Varallo e presidente della Provincia, Eraldo Botta.

Dopo lo spettacolo, ha letto una testimonianza l’attrice Alice Salvoldi, infine Adelia Negri ha moderato gli interventi di chi in concreto sul territorio si impegna contro la violenza sulle donne: operatori del settore, polizia e carabinieri.

Una mattinata particolarmente ricca che speriamo dia frutti di armonia fra maschile e femminile per il bene e il futuro di tutti.

Questo sito utilizza cookie tecnici.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie