Festa al parco Magni per la conclusione di Pillole in versi, grande successo

Esposti anche gli abiti del progetto "Una moda senza gabbie" della terza Moda Ipsia

Data:

mercoledì, 16 giugno 2021

Argomenti
Notizia
small.jpg

Alla vigilia degli esami finali delle scuole superiori di secondo grado (gli esami di maturità), è importante ringraziare le tante persone che hanno contribuito, nella giornata del 4 giugno, alla manifestazione La scuola in testa la scuola in festa.

Tenutasi al Parco Magni, grazie all’assessore Eleonora Guida, che è stata anche presente all’evento, con la presenza rassicurante dei volontari della Croce Rossa, la manifestazione ha coinvolto praticamente tutte le scuole di Borgosesia, dalle elementari con le classi quinte di Cancino e Aranco, col progetto l’ABC della Fattoria, alle medie, classi I C e I D con allievi del corso musicale, infine al liceo scientifico e sociale, l’IIS Lancia con l’Iti Lirelli e l’Ipia Magni.

Tutte le scuole hanno partecipato al progetto Pillole in versi, che riprenderà a settembre, e così ci sono state letture di poesie da parte di professoresse e allieve, in particolare alcune studentesse della classe II Moda dell’Ipia Magni (Valentina Brunetti, Marianna Conti, Ecaterina Melut, Vanessa Buccheri).

Importante è stato anche il progetto portato avanti dalla classe III Moda “Una moda senza gabbie”: professoresse e professori (Anna Rita Steni, responsabile del progetto, Anna Novali, Elisa Primo ed Emanuele Trotto) con le ragazze hanno dipinto sugli abiti bianchi da loro stesse confezionati disegni e scritte contro ogni forma di crudeltà sugli animali, in particolare contro gli allevamenti intensivi.

È stata una vera festa, colorata, piena di voci, suoni, disegni, con la mostra dei vestiti e un gran sole. Soprattutto tanta poesia e tanta partecipazione delle persone.

Grazie dunque a bambini e bambine, alle studentesse e agli studenti. Grazie ai docenti:

le maestre Luisella Angeli e Silvana Mazza. I docenti e le docenti delle scuole medie.

Le professoresse Monica Cristina, Carla Ferraris, Maria Cristina Squaratti, Maria Rosa Panté, Lucia Tancredi e Maria Teresa Ubertalli delle scuole superiori che hanno letto delle poesie.

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi.

Dettagli dei cookies